Visite dei parenti-Residenza Serena Genova

Genova, 5 ottobre 2020. Per tutelare i nostri Ospiti nei mesi di lockdown avevamo da subito attivato servizi di videochiamate con tablet di ultima generazione e personale dedicato a supporto degli anziani, spiega il Direttore di Residenza Serena Alessio Calabrò. Quest’estate, grazie ai diversi spazi all’aperto a disposizione della nostra struttura, le famiglie potevano far visita ai loro cari in tranquillità.

Con l’arrivo dell’autunno purtroppo in Italia i contagi stanno aumentando, per questo come misura preventiva abbiamo subito riorganizzato gli spazi, creato entrate ed uscite dedicate ai parenti e predisposto strutture in vetro e plexiglass trasparente con citofoni. In questo modo i familiari possono venire in struttura su appuntamento, entrare attraverso ingressi separati e sedersi di fronte al proprio caro senza rischiare di infettarlo, parlando con lui grazie a speciali citofoni. Il tutto in piena sicurezza grazie alle barriere, all’uso delle mascherine, alla sanificazione continua degli ambienti e degli apparecchi. Gli ingressi dei parenti sono contingentati e distribuiti nel tempo, prima di ogni accesso viene misurata la temperatura corporea.

Il benessere degli anziani che vivono lontani dalla propria famiglia è strettamente collegato alla loro sfera emotiva, aggiunge il Dott. Calabrò. La possibilità di poter ricevere visite, vedere dal vivo i propri cari, sentire la loro voce, ricevere un sorriso è molto importante per i nostri Ospiti. Abbiamo fatto il possibile per dare continuità a questi rapporti, garantendo alla famiglie ed agli Ospiti una costante e soddisfacente relazione con i propri cari.

Nei prossimi mesi potenzieremo ancora questi servizi, con nuove postazioni e nuovi spazi dedicati, interventi che abbiamo previsto anche per le altre strutture del Gruppo Insieme. Penso che davanti a fenomeni come questi sia fondamentale agire bene e subito, consapevoli delle conseguenze di ogni esitazione e di ogni ritardo.”