Genova, 9 febbraio 2021.  “A più di dieci giorni dall’esecuzione della seconda dose di vaccino possiamo dirlo: ce l’abbiamo fatta. Abbiamo tenuto fuori dalla nostra struttura questo maledetto virus. Tutte le nostre raccomandazioni tutti le procedure frutto di notti insonni sono servite.
E’ stato un periodo brutto, psicologicamente e fisicamente, privo di ogni certezza. Abbiamo passato lunghi mesi in cui ogni minimo rialzo termico (sempre per fortuna di tutt’altra origine) di chiunque era fonte di allarme, di isolamento, di procedure di contenimento e tamponi.
E’ stata dura tenere i nostri ospiti lontano dai loro parenti ci siamo inventatati qualunque escamotage per far vedere al genitore i propri figli (videochiamate, citofono attraverso un vetro..) pur mantenendo sempre margini di sicurezza adeguati. Siamo riusciti a garantire sempre l’ultimo saluto a chi ci ha lasciato, una promessa che sono riuscito a rispettare con tutti…
Finalmente possiamo dire che abbiamo fatto bene, finalmente possiamo dire che siamo riusciti nella nostra missione e neanche un singolo caso è entrato nella nostra struttura. Abbiamo protetto e difeso con le unghie e con i denti queste persone che ci sono state affidate.
Ebbene oggi ci sentiamo come se avessimo vinto la medaglia alle Olimpiadi. La strada sarà ancora lunga, la pandemia non è finita, le misure di sicurezza resteranno in vigore, ma ora tutto è cambiato.
Dobbiamo solo ringraziare l’enorme sforzo della scienza che ci ha fornito un vaccino sicuro ed efficace a tempo di record. Dobbiamo ringraziare quel pizzico di fortuna che ci ha aiutato e dobbiamo ringraziare anche noi stessi perché, possiamo dirlo, abbiamo fatto davvero un ottimo lavoro.”

Dott. Matteo Pesce, Responsabile Sanitario Residenza Serena 
Giornata casa di riposo Casa riposo Residenza Serena la mattina